August 2017

La Dieta Proteica o Dieta Dimagrante

La dieta proteica si pone come grande obiettivo, quello di far perdere peso in breve tempo, fino a due kg alla settimana. Sostanzialmente si differenzia dalle altre diete per lo scarso consumo di calorie, mai più di 600 al giorno, pochi lipidi e glucidi e soprattutto per un grande consumo di proteine. Durante l’arco della giornata, la dieta proteica, consiglia l’assunzione di proteine liquide e dall’alto valore biologico, apportando una precisa quantità di vitamine, di sali minerali, di fibre e, talvolta, di acidi grassi essenziali.

La dieta si rivolge principalmente a maggiorenni che non abbiano superato i 65 anni d’età e godano di buona salute, che hanno un indice di massa corporea pari o superiore a 30 che è il limite oltre il quale si parla di obesità. E’ consigliata anche per persone obese con differenti problemi derivanti dal peso eccessivo e che soffrono di diabete, di artrosi, asma ed ipertensione. Prima di concedere il proprio consenso, il medico è tenuto a far svolgere al paziente esami completi, che comprendono elettrocardiogramma ed analisi di laboratorio.

La dieta proteica si divide in tre differenti fasi che si protraggono nel tempo.

1. La fase 1, chiamata fase attiva. In questo periodo, il paziente non mangia nessun alimento solido, fatta eccezione per delle specifiche verdure come la lattuga, i funghi, le zucchine, gli asparagi, i finocchi, gli spinaci, il sedano ed i peperoni verdi, che possono essere assunte senza problemi e nessuna preclusione. Il peso, indica al medico, qual è la quantità giusta delle proteine in polvere (estratti di soia o latte da sciogliere nell’acqua) che vanno prescritte. A questo si aggiunge un quotidiano apporto di minerali e multivitaminici essenziali come calcio, potassio, sodio e fibre da consumarsi con integratori alimentari. Questa prima fase può protrarsi fino alle sedici settimane e fornisce energia all’organismo attraverso i corpi tetonici prodotti dalla degradazione dei grassi.

2. La fase 2 è chiamata fase di transizione, nella quale è fondamentale che chi è in cura mantenga il peso. E’ qui che si ricostituisce il metabolismo di base ridotto nella prima fase. Questo periodo è caratterizzato da quattro tappe fondamentali, ognuna delle quali dura due settimane. E’ in questo lasso di tempo che, progressivamente, vengono reintrodotti alimenti come la pasta, il riso, le patate ed il pane, mentre il consumo di lipidi rimane limitato e l’alcol può essere consumato solo se il paziente compie mezz’ora di esercizi fisici, che consentono di bruciarlo.

3. La fase 3 o fase di mantenimento è il periodo più importante ed anche più delicato, in quanto il paziente deve evitare di ingrassare. Può durare anche due anni. In questa fase si riprende a consumare pasti completi che da tempo era stati cancellati, ma ci si deve abituare a cambiare le proprie abitudini, scegliendo alimenti dal basso indice glicemico.

La dieta proteica è quella che meglio di tutte cancella la sensazione di fame e si tratta di un metodo semplice da seguire per un breve periodo, in quanto, se si rispetta alla lettera l’intero programma, nella prima fase, il paziente non deve cucinare o pesare gli alimenti; inoltre la perdita di peso è pressoché immediata.

Infine, giova ricordare che questa dieta agisce in modo inverso rispetto a tutti gli altri regimi alimentari, visto che il cambiamento del comportamento alimentare avviene a seguito della perdita di peso, ma proprio come le altre diete, la percentuale di successo va a braccetto con la volontà e la determinazione del paziente.

Lipodissolve, Funzionamento e Risultati

Lipodissolve è una tecnica non chirurgica che riduce gli inestestismi delle pelle, grazie alla fasfatidilcolina , una sostanza naturale che si inietta con sottili aghi nel grasso sottocutaneo.

Studio Foro Buonaparte, propone il trattamento in quattro sedute a prezzi vantaggiosi con risultati visibili fin dai primi giorni.

Solo pochi anni fa, il metodo più conosciuto ed anche più efficace per sconfiggere la cellulite, era la liposcultura, una tecnica chirurgica che aspira il grasso; un vero e proprio intervento che si esegue in sala operatoria e che richiede un decorso post operatorio fatto di medicazioni, attenzione e riposo.

Col passare del tempo e con lo sviluppo di nuove e sempre meno invasive tecniche,, si è affacciato un nuovo trattamento iniettivo che combatte con efficacia la cellulite e le adiposità in genere: Lipodissolve, ovvero quella tecnica non chirurgica che sfrutta l’azione di principi attivi anelabili a livello sottocutaneo. L’evoluzione di questa tecnica, riduce drasticamente le adiposità localizzate ed agisce efficacemente sulla ritenzione idrica, sulla lassità cutanea e sull’insufficienza venolinfatica; tutte alterazioni queste, trascurate dalle altre metodiche di trattamento.

I rischi per i pazienti sono inesistenti enon lascia cicatrici, danni per la cute o problemi vascolari.

Principali caratteristiche
La tecnica Lipodissolve sfrutta le proprietà di principi attivi come i Sali minerali, le vitamine e gli aminoacidi, solo per citarne alcuni. Essi vengono iniettati in tutte le zone interessate da lassità cutanea e retenzione idrica, mediante sottili aghi che porta alla riduzione del volume delle cellule del tessuto grasso, eliminando le adiposità. Il trattamento determina altresì un netto miglioramento del microcircolo vascolare ed un sensibile aumento del tono cutaneo.
La cura prevede iniezioni nel tessuto sottocutaneo che favorisconol’espulsione naturale delle cellule adipose, conferendo un apprezzabile risultato a cosce, glutei, braccia ed addome. La sicurezza dei principi attivi naturali permette oggi di offrire il trattamento anche ai pazienti ai quali altre tecniche sono state in passato precluse.

Il trattamento
Il trattamento avviene applicando del ghiaccio spray nella zona destinata alla cura, al fine di ridurre la sensibilità ed iniettando, dopo aver disinfettato i principi attivi mediante piccoli aghi. L’operazione non comporta alcun dolore o danno alla cute. Alla fine viene spalmata una crema lenitiva. Solitamente vengono trattate da due a quattro zone, ma questo dipende dai singoli casi.

Durata
I tempi sono davvero molto rapidi. Per due o quattro aree d’interesse, possono bastare 15 minuti. Un risultato ottimale e definitivo lo si ottiene dopo due settimane,ma già dopo tre giorni si possono apprezzare esiti positivi. Non è necessario nessun ricovero o degenza post ambulatoriale; questo permette di rientrare fin da subito alle consuete abitudini.

Zone interessate:
La tecnica Lipodissolve è efficace in più zone del corpo, correggendo con successo le adiposità concentrate sui fianchi, sulle cosce e l’addome.

Lipodissolve non sostituisce in alcun modo diete o altre soluzioni medico chirurgiche ed il trattamento è indirizzato in particolare a quei pazienti con grassi che non possono essere ridotti da esercizi fisici o diete. Non apporta perdite di peso ma aiuta a modellare il profilo del proprio corpo.

Il nostro trattamento in quattro sedute risolverà fin da subito i principali problemi, con tecniche non invasive e di sicuro effetto.